PIARC Italia invitata al seminario Europeo ROADPOL 2022: “FUTURE CHALLENGES FOR ROAD POLICING” – 2/4 Agosto

Su invito del Segretariato Generale dell’Organizzazione Europea delle Polizie Stradali, Roberto Arditi – SINA, Presidente del CT 3.1 A – Politiche e programmi nazionali per la sicurezza stradale di PIARC Italia, ha partecipato al seminario ROADPOL 2022 con un inquadramento delle politiche per la sicurezza stradale ed un intervento dal titolo “Towards a safe system approach: safety from the perspective of road operators”.

L’evento internazionale si è tenuto a Munster dal 2 al 4 agosto e ha beneficiato del supporto scientifico dell’Università Tedesca della Polizia.  SINA ha partecipato in quanto esperta di sicurezza stradale del gruppo ASTM e come Presidenza del Comitato italiano PIARC su “Politiche e programmi per la sicurezza stradale”.

Quest’anno il seminario è stato ospitato dall’Università di polizia tedesca (DHPol) e esternalizzato fisicamente a Munster, nello Stato della Renania settentrionale-Vestfalia.

Nella prima giornata sono state evidenziate le principali minacce per la sicurezza stradale a Münster, città nota per essere la capitale tedesca del ciclismo, con specifica attenzione alla Campagna di sensibilizzazione della polizia finalizzata alla sicurezza dei ciclisti. Nel pomeriggio è seguita una presentazione di Tasos Ashikkis (Polizia di Cipro) dedicata a “Politica ideale per un sistema di applicazione tecnica sull’eccesso di velocità”. Il programma della prima giornata si è concluso con la presentazione della MonoCam, una fotocamera intelligente sviluppata dalla polizia olandese insieme all’Università di Utrecht, con specifico focus sull’uso improprio dei dispositivi portatili durante la guida.

La seconda giornata è stata dedicata ad un caso di studio sull’incidente mortale del 2021 che ha portato alla morte di un famoso giornalista a Sofia, in Bulgaria. Il conducente è stato trovato per aver guidato a una velocità superiore a 100 km/he sotto l’effetto di un cocktail di droghe. Il caso è stato presentato da Yavor Aleksiev, funzionario investigativo della polizia presso la direzione metropolitana di Sofia del ministero dell’Interno della Bulgaria. Successivamente Oliver Deiters, capo dell’ufficio di rappresentanza DEKRA di Bruxelles, ha tenuto un intervento sull’EU Data Act, in particolare sullo stato attuale della regolamentazione dell’accesso ai dati a bordo dei veicoli ai fini delle indagini sugli incidenti stradali. La presentazione è stata seguita da una sessione interattiva che ha coinvolto tutti i partecipanti e che ha consentito un confronto sulle opportunità tecniche e legislative nazionali, le limitazioni all’accesso ai dati a bordo del veicolo per tali indagini.

Il seminario si è concluso il 4 agosto con la sessione in cui era presente PIARC Italia: una sessione dedicata a “Come l’applicazione delle norme può contribuire a strade più sicure”. In questo ambito ci sono state tre presentazioni ed una tavola rotonda che ha visto il rappresentante PIARC Roberto Arditi, insieme a Jenny Carson, dell’European Transport Safety Council (ETSC) e di Jaqueline Lacroix del German Road Safety Council. La tavola rotonda era moderata dalla prof. Christine Sutter, preside della Facoltà di Scienza e Psicologia del Traffico, mentre la precedente giornata è stata moderata da Heinz Albert Stumpen, segretario generale di Roadpol.

 

di Roberto Arditi

Presidente CT 3.1 A – Politiche e programmi nazionali per la sicurezza stradale

PIARC Italia