FHWA commemora 50 anni di sicurezza dei ponti

La scorsa settimana, la Federal Highway Administration (FHWA) del Dipartimento dei Trasporti degli Stati Uniti ha celebrato il 50° anniversario dei suoi standard nazionali di ispezione dei ponti (NBIS-National Bridge Inspection Standards), la base del programma federale che aiuta a mantenere sicuri quasi 620.000 ponti in tutto il Paese.

“Per mezzo secolo, gli standard NBIS sono stati al centro degli sforzi federali per la sicurezza delle infrastrutture”, ha detto Stephanie Pollack, amministratore federale delle autostrade in carica. “I dati che raccogliamo nell’ambito del programma aiutano a mantenere i ponti sicuri e a identificare le aree in cui è necessaria la manutenzione prima che sorgano problemi”.

Anche se il numero di ponti nel programma NBIS è cresciuto da 588.735 a 618.456 negli ultimi 20 anni, il programma ha assicurato che questi ponti sono sicuri per gli americani che si affidano a loro per i viaggi e il commercio.

Il NBIS richiede ispezioni regolari e approfondite dei ponti autostradali da parte di ispettori addestrati per individuare precocemente potenziali problemi strutturali e per garantire che gli sforzi di manutenzione vengano eseguiti. I dipartimenti statali dei trasporti ispezionano i ponti, in media, una volta ogni 24 mesi e riportano i risultati alla FHWA. Se un ponte è valutato come potenzialmente non sicuro, vengono intraprese azioni immediate – tra cui la chiusura, riparazioni immediate o l’apposizione del carico per limitare l’uso da parte di veicoli pesanti.

Oltre alla formazione specializzata per gli ispettori dei ponti, il programma richiede anche la raccolta di dati sulle condizioni dei ponti per l’inclusione nel National Bridge Inventory (NBI) della FHWA, che aiuta i funzionari dei trasporti a prendere decisioni informate sulle priorità di finanziamento.

“Il NBI è vitale per la sicurezza dei ponti nella nostra nazione”, ha aggiunto Pollack. “L’American Jobs Plan dell’Amministrazione propone un investimento significativo nei ponti della nostra nazione per continuare a migliorare le loro condizioni e renderli ancora più sicuri”.

La FHWA ha adottato ufficialmente i regolamenti NBIS nel 1971 dopo il crollo del Silver Bridge in West Virginia. Il ponte è crollato nel fiume Ohio nel 1967 a causa di una crepa nella catena di sospensione del ponte. La tragedia, che costò la vita a 46 persone, portò l’attenzione nazionale sulla questione della sicurezza delle condizioni dei ponti e portò a uno sforzo sistematico per assicurare la supervisione a livello nazionale.

Dal suo inizio, la FHWA ha lavorato per rafforzare il programma, aggiornando i requisiti di formazione per gli ispettori dei ponti e sostituendo i sommari verbali delle ispezioni dei ponti con criteri di valutazione specifici per migliorare la coerenza.

L’American Jobs Plan del presidente Biden fornirà altri 115 miliardi di dollari per modernizzare i ponti, le autostrade, le strade e le vie principali che hanno più bisogno di riparazioni. Riparerà i dieci ponti economicamente più significativi che hanno bisogno di essere ricostruiti e riparerà i 10.000 ponti più piccoli, ricollegando le comunità di tutto il Paese.

 

A cura di Marina Gaita